ACME Italia Forum

Versione completa: Ugello Per il Motore
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Ciao

In questo mese ho iniziato la sperimentazione di un razzo a zucchero (KNO3+ Zucchero).
Ho già testato il motore più volte applicandogli un ugello da me completamente invento, ma, mi viene il dubbio, che le dimensioni di esso siano completamente sbagliate.
Esiste un tipo di formula che, inserendo le caratteristiche del motore, mi permette di ricavare le giuste dimensioni di esso?

Grazie in anticipo ;D Smile
Ciao e benvenuto su questi lidi.

La risposta al tuo quesito non e' facile, soprattutto perche' tratta di un argomento che non trattiamo.

Anche se puo' sembrare affascinante trafficare con i composti per realizzare un propellente per razzi, non e' cio' che facciamo.

La migliore spiegazione viene da quanto veniva indicato nel nostro vecchio sito e che stiamo pian piano migrando in quello nuovo:

"Il motore a endoreazione sembra un dispositivo semplice perchè non ha parti in movimento e quindi si può pensare che sia facile costruirne da sè. La realtà invece è molto diversa. La realizzazione di un motore per questo tipo di modelli richiede una profonda conoscenza specifica sull'argomento, oltre ad esperienza in chimica, fisica e termodinamica. Servono attrezzature costose poste in luoghi idonei, e occore fare molti test e investire molto denaro prima di ottenere dei risultati che nel migliore dei casi sono inferiori a quelli di un motore commerciale da un paio di Euro, e senza avere la stessa ripetibilità. Non è un caso che nel mondo esistano non più di cinque o sei aziende specializzate in questo settore, e che i motori più potenti siano realizzati da aziende che lavorano nel settore aerospaziale.
Queste affermazioni sono confermate dal fatto che da 50 anni vengono prodotti ed usati milioni di motori commerciali senza alcun incidente degno di nota, mentre la quantità di persone che ottengono dei risultati accettabili costruendo da sé dei motori è talmente esigua da confermare in pieno la regola.
Il modellismo spaziale è per definizione un hobby che utilizza motori commerciali, come del resto fanno le grandi Agenzie spaziali nel mondo (NASA, ESA) che si affidano ad aziende specializzate (Thiokol, Rocketdyne, SNP, etc.). E' grazie a questa caratteristica che il nostro hobby ha potuto espandersi in tutto il mondo senza problemi e in tutta sicurezza."

Noi realizziamo e sperimentiamo sulla costruzione dei razzi, sulla loro aerodinamica, rapporto spinta peso, elettronica, payload, ecc... utilizzando sempre e solo motori commerciali.

Questo, unito alle norme di sicurezza che seguiamo, ci ci permette di non essere esposti a rischi inutili.

Cool
Grazie mille della riposta.
Ho già avuto modo di conoscere i fallimenti però l' appagamento per un piccolo o parziale successo è sempre super.
D'altronde io lo faccio non perché è facile ma perché è difficile Big Grin .
Per quanto riguarda i costi finora non o trovato cifre esorbitanti... alla fine il costo per il KNO3 e uguale a quello di un motore.
D' altro canto so che può essere pericolo è prendo sempre le giuste precauzioni (talvolta anche eccesive) Wink
Ciao "Tizio",
Visto che ti incuriosisce l'argomento di come si costruisce un motore in casa, ti consiglio di andare a vedere in "YOU TUBE" il video da me postato
digitando "COME CREARE UN MOTORE PER RAZZI POTENTE E SICURO".
Se poi avrai domande da fare, sono a tua disposizione.
Partendo dal presupposto che non sono un esperto in materia di autocostruzione di propulsori e, a mio avviso, per fare con precisione questa tipologia di artificio è necessario un laboratorio chimico ben attrezzato e con le dovute sicurezze, posso dire che esistono vari software per la precisa progettazione di motori a propellente solido. Alcuni di questi sono quelli contenuti in questa pagina web https://www.nakka-rocketry.net/softw.html ma se ne possono trovare molti altri cercando su Google "rocket motor design software".
Ad ogni modo posso dire che l'ugello è la parte fondamentale del motore, dato che senza quello non si ha sufficiente pressione per spingere il razzo, e quindi non penso sia opportuno fabbricarlo a partire da uno schizzo fatto a mano.
Lo so, sono una bella rotta di scatola, ma quando si tratta di maneggiare materiale infiammabile/esplosivo non si scherza ed un'attenta progettazione del più piccolo dettaglio può portare al successo della missione che sarebbe difficile da raggiungere "sparando a caso". (per farvi capire il mio livello di paranoia: faccio delle analisi fluidodinamiche computerizzate ad ogni modello che costruisco SmileSmile )

Flight High,
Lucio